Tradizione o Innovazione

Alcuni giorni fa trai vari siti e blog che trattano Arti marziali,colpi’ la mia attenzione un Post alquanto sdegnato di un Praticante di Karate (nello spirito piu’Tradizionale) sul fatto che qualche voce del Web avesse sostenuto che Karate,Arte Marziale Tradizionale paragonata a una disciplina moderna da combattimento come l’MMA fosse altresi obsoleta, poco Allenante rispetto alla seconda citata,si parlava di Inutilita’ di cose come Kata e Khion, percorso obbligato per un Praticante di karate.Riconosco che nell’MMA niente viene lasciato alla casualita’ di cio’ che puo’ avvenire in un combattimento di strada ma su questo aspetto ci sono miei colleghi Karateka che hanno piu’ voce in capitolo,personalmente trovo in primo aspetto insostenibile il paragone tra Karate e MMA nella quale viene contemplato anche colpire l’avversario quando e’ a terra, scopo principale del combattimento ma caso piu’ raro in strada,l’avversario riceve soddisfazione gia’ quando sei a terra.

mma_by_henster311-d367sda

E’certo che non dico niente di nuovo su questi aspetti che invitano a riflettere su cio’ che vogliamo fare:Filosofia,Disciplina,Spirito,Eleganza Marziale da una parte,dall’altra la realta’ della Battaglia;gia’ 40 anni fa qualcuno,senza fare nomi, sosteneva qualcosa del genere che e’ praticare l’essenziale con la massima efficacia facendosi cosi precursore dell’MMA.Dobbiamo sapere cosa vogliamo,quali sono i nostri limiti fisici e dove vogliamo arrivare ma dove si fermano le parole ci sono certe immagini che parlano da sole.

kyokushinkai

Annunci

Dharma

Quando l’altro giorno ho incontrato il maestro Paladini devo dire che e’ stato come un apparizione..cosi, lo visto ,mi sono fermato e l’ho riconosciuto,ho rivolto lo sguardo verso di lui..qualche secondo e mi ha riconosciuto subito ed  una delle prime domande che gli ho fatto: che effetto fa Maestro praticare il Karate adesso, ridendo mi ha risposto..come prima! Sai com’e’ mi sono riposato un sacco di anni e adesso ho ricominciato alla grande.Mi sono passate nella mente parole e immagini mi sono ricordato di quel campione Americano di Baseball che ricomincio’ a giocare dopo anni di prigionia in Vietnam..posso giocare bene come l’ultima volta perche’ con il Potere della mia mente posso ottenere qualsiasi cosa..!..ed ancora nella mia mente risento la stesse parole, come un Mantra: dove non arriva il corpo..arriva la Mented31e603b4d4f9364442df2991d01b0e4

La presenza di Te Stesso

Ognuno di noi ha una certa familiarità con quelle situazioni in cui ci si trova in fila alla cassa del supermercato e davanti a noi ci sono una decina di persone con il carrello pieno.

L’attesa sembra interminabile, una signora che scontrino alla mano contesta il mancato sconto sul detersivo, una carta di credito che non funziona, monetine che non si trovano, bambini che urlano e il tempo che scivola via inesorabile.

In situazioni come queste anche la persona più calma e tranquilla del mondo potrebbe perdere la pazienza.

Ma servirebbe a qualcosa? Vale la pena irritarsi e spazientirsi in situazioni come quella appena descritta?

La risposta, ovviamente è NO, ma da qui a riuscire a non perdere la pazienza la strada è davvero lunga.

Ecco allora alcuni consigli pratici per tenere a bada la tua frenesia ed evitare di spazientirti anche nelle situazioni apparentemente più snervanti.

cropped-10460605_761663563855073_1554397875704051602_o.jpg

1. Sii consapevole del momento.
Spesso perdiamo la pazienza perché la nostra mente è costantemente proiettata verso il futuro. Al contrario, prova ad assumere consapevolezza di ogni singolo momento della tua vita. Vivi il presente. Non importa se sei in coda all’ufficio postale o sdraiato in relax sulla spiaggia, ogni singolo istante della tua vita è un tesoro prezioso.

2. Allena la tua pazienza.
Esercitati ad essere più calmo e meno frenetico. Prova a sederti per 10 minuti senza fare assolutamente nulla: sembra un esercizio semplice ma per molti non lo è perché dopo 1-2 minuti l’impazienza e la frenesia sembrano avere la meglio. Prova a fare una passeggiata e a camminare più lentamente del solito, prova a mangiare il tuo pranzo masticando con più calma di quanto fai normalmente.

3. Medita.
La meditazione ti consente di placare la tua mente e di sviluppare maggiore pazienza. Provaci ogni volta che puoi, ne avrai presto notevoli benefici.

4. Rallenta. 
La caoticità delle nostre giornate spesso ci impone dei ritmi frenetici che ci trasmettono soltanto tensione, stress e impazienza. Non cercare di andare più veloce del mondo che ti circonda. Anzi, dai l’esempio e cerca di essere il primo arallentare. Elimina dal tuo calendario le attività che non sono necessarie, ridetermina i tuoi obiettivi e le tue priorità, inizia a rilassarti per davvero.

5. Conta fino a 10… o fino a 100!
Per quanto banale, questo suggerimento si è spesso rivelato utile nella mia esperienza. E’ molto semplice da mettere in pratica e spesso funziona. Ogni volta che una situazione ti sta per far perdere la pazienza, semplicemente prova a chiudere gli occhi e a contare fino a 10 (o fino a 100, se necessario!). Questo ti consentirà di far sbollire almeno in parte la tensione e la rabbia accumulate.

6. Respira.
Il semplice e delicato atto del respirare è straordinario nei suoi effetti. Quando ti senti teso o impaziente, fai un respiro profondo, senti l’aria scivolare nei tuoi polmoni e accogli il flusso di serenità che ne segue. Visualizza la tensione che esce dal tuo corpo insieme al tuo respiro e abbraccia il senso di calma che inizia dolcemente ad avvolgerti.

Samurai1

L’Enciclopedia del Fitness

L’Enciclopedia del FITNESS è una raccolta di 5 Volumi su tutte le metodologie di allenamento possibili per modellare il tuo corpo e scolpire la tua silhouette! Tutti testi altamente professionali scritti con uno stile semplice, chiaro e di immediata applicabilità grazie anche all’utilissimo supporto delle immagini.
800_28585

http://www.autostima.net/?mw_aref=e6a70c35a7abd3f12cfb53549b3cecf2